Opinione
Immagine in primo piano
L'arcivescovo Carlo Maria ViganòYouTube/Screenshot

Nota bene: questo articolo è stato tradotto automaticamente in italiano.

Nota dell'editore: quanto segue è una dichiarazione dell'arcivescovo Carlo Maria Viganò, ex nunzio apostolico negli Stati Uniti, "sulla scandalosa proclamazione del 31 marzo come 'Giornata della visibilità transgender' da parte del 'presidente' Joe Biden".

(LifeSiteNews) - La parola Apocalisse, in greco, significa svelamento, rivelazione. Questa rivelazione, nella Sacra Scrittura, riguarda innanzitutto la realtà oggettiva del bene e del male, cioè la consapevolezza collettiva della guerra in corso tra Dio e Satana, tra i figli della luce e i figli delle tenebre.

L'inaudita e scandalosa proclamazione del 31 marzo come "Giornata della visibilità transgender" da parte del sedicente Presidente degli Stati Uniti Joe Biden - che osa dichiararsi cattolico - costituisce una gravissima offesa a Dio e a milioni di cattolici e cristiani in America e nel mondo, di fronte alla quale è impossibile non reagire con la dovuta fermezza.

Esorto i cittadini americani e i loro rappresentanti al governo a riconoscere la totale indegnità di Joe Biden a ricoprire una carica istituzionale, che come è noto ha utilizzato in modo fraudolento e manipolativo per ottenere le elezioni presidenziali del 2020. Chiedo ai miei confratelli nell'episcopato e ai sacerdoti di riconoscere che Joe Biden è incorso in un'azione fraudolenta e manipolatrice per le elezioni presidenziali del 2020. latæ sententiæ scomunica, e come tale deve essere espulso dalle chiese e non ammesso alla Comunione. Invito i cattolici e tutti i cristiani a pregare affinché, in questo solenne giorno di Pasqua, il Signore risorto abbia pietà degli Stati Uniti d'America e ponga fine all'assalto delle forze infernali scatenate oggi più che mai.

L'umanità intera si sta risvegliando da un sonno durato troppo a lungo:

  • le vite degli innocenti sono minacciate da aborto, eutanasia, manipolazioni e abusi;
  • la salute dei cittadini è deliberatamente compromessa da sieri sperimentali che si rivelano essere un'arma biologica per la decimazione della popolazione;
  • la totale corruzione morale dei vertici dell'autorità civile, asserviti alle lobby criminali in un colpo di stato globale, è ormai evidente;
  • l'esibizione sempre più arrogante dell'adorazione di Satana da parte dei media e del mondo della cultura e dello spettacolo ci mostra un mondo inondato di perversioni esecrabili che gridano al Cielo per vendicarsi;
  • la folle provocazione di un conflitto mondiale miete vittime per insabbiare gli orrendi scandali sessuali e finanziari di un potere ormai nemico dei suoi cittadini.

L'odio luciferiano verso Dio e Nostro Signore Gesù Cristo non può più essere nascosto o negato. Questa è la rivelazione svelata davanti a noi, che i servi delle tenebre provocatoriamente deridono celebrando perversioni e vizi proprio nel giorno sacro in cui onoriamo la risurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo.

I cristiani vengono progressivamente banditi dalla società civile e considerati una minaccia al progetto sovversivo del Nuovo Ordine Mondiale, mentre una minoranza di viziosi e perversi pretende di erigere le proprie deviazioni a norma universale. Ecco la "visibilità" di Biden e dell'ideologia woke, che celebra una macabra danza folle verso l'abisso.

Alzatevi, figli della luce: alzatevi e alzate la voce, perché di fronte a questi crimini il silenzio diventa complicità. Alzatevi, cristiani, alzatevi per scongiurare i flagelli che incombono sulle nazioni a causa di un potere usurpato e pervertito. Dio vi chiama a essere suoi testimoni, a lottare per il bene e a denunciare la cospirazione di un'autorità apertamente asservita a Satana.

Che il Cristo risorto, trionfatore sulla morte e sul peccato, vi infiammi di fede, di carità e di santo coraggio in questa fase cruciale della storia umana. Surrexit Dominus vere: alleluia, alleluia!

+Carlo Maria Viganò, arcivescovo

31 marzo 2024

Domenica di Pasqua